Università degli studi di Pavia

 

Contenuto della pagina

 

Tedaldi curriculum

Curriculum  

Data e luogo di nascita: 09/03/1986 Forlì (FC)
Indirizzo attuale: via Roma 68, Meldola (FC)
Nazionalità: Italiana
E-mail: gianluca.tedaldi01@universitadipavia.it

Esperienza professionale

Dal 01/09/2015 ad oggi
Ricercatore dipendente presso Istituto Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori di Meldola (FC).
Principali attività: Studio di forme ereditarie di cancro tramite tecniche di biologia molecolare quali Next-Generation Sequencing su piattaforme Illumina, sequenziamento diretto automatizzato, analisi MLPA per lo studio di riarrangiamenti genici.
Settore: Epigenomica, fattori di rischio e predisposizione genetica – Diagnostica III livello

Dal 01/07/2011 al 31/08/2015
Collaboratore di ricerca presso Istituto Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori di Meldola (FC).
Principali attività: Collaborazione ai progetti “Identificazione del profilo molecolare dei tumori della mammella maschile” (2011-2012) e “Ricerca di nuovi indicatori molecolari di rischio ereditario: miglioramento della capacità predittiva di malattia di profili genetici noti e definizione di nuovi profili di rischio ereditario sconosciuto” (2013-2014) e “ldentificazione di nuovi fattori molecolari correlati con l’insorgenza del cancro in pazienti con sospetta predisposizione ereditaria ai tumori” (2015).
Settore: Diagnostica di III livello – Counselling genetico

Dal 12/2010 al 06/2011
Tirocinio volontario presso Istituto Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori di Meldola (FC).
Principali attività: Studio di forme ereditarie di cancro tramite tecniche di biologia molecolare.
Settore: Diagnostica di III livello – Counselling genetico

Dal 01/2010 al 12/2010
Tirocinio per il conseguimento della Laurea Magistrale presso Istituto Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori di Meldola (FC).
Principali attività: Studio di forme ereditarie di cancro tramite tecniche di biologia molecolare, terminato con la stesura di una tesi di laurea dal titolo “Caratterizzazione molecolare di tumori gastrici con sospetta predisposizione ereditaria: l’esperienza di Area Vasta Romagna”.
Settore: Diagnostica di III livello – Counselling genetico

Dal 06/2008 al 09/2008
Tirocinio per il conseguimento della Laurea Triennale presso Istituto Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori di Meldola (FC).
Principali attività: Studio di forme ereditarie di cancro tramite tecniche di biologia molecolare, terminato con la stesura di una tesi di laurea dal titolo “Il tumore della mammella maschile di origine ereditaria: l’esperienza di un’area del centro-nord d’Italia”.
Settore: Diagnostica di III livello – Counselling genetico

Istruzione e formazione

Da ottobre 2015 – in corso
Dottorato di Ricerca in Genetica, Biologia Molecolare e Cellulare.
Università degli Studi di Pavia

06/2011
Abilitazione alla professione di Biologo (sezione A)
Università degli studi di Urbino Carlo Bo

Dal 2008 al 2010
Laurea Magistrale in Biologia Molecolare e Cellulare
Alma Mater Studiorum di Bologna
Valutazione 110/110 e lode

Dal 2005 al 2008
Laurea Triennale in Scienze Biologiche
Alma Mater Studiorum di Bologna
Valutazione 104/110

Dal 2000 al 2005
Diploma di Maturità Classica
Liceo Classico G.B.Morgagni di Forlì
Valutazione 100/100

Competenze linguistiche

Italiano: madrelingua
Inglese: livello intermedio (livello B2 – certificati PET e FIRST)
Francese: livello base

Competenze professionali

Estrazione di DNA, RNA e proteine da campioni biologici. Conoscenza delle tecniche di amplificazione del DNA (PCR e qPCR), sequenziamento del DNA (Sanger Sequencing e Next-Generation Sequencing) e di altre tecniche di biologia molecolare (MLPA e analisi di instabilità dei microsatelliti). Conoscenza delle tecniche di base di mantenimento di colture cellulari in vitro.

Competenze informatiche

Conoscenza dei sistemi operativi Microsoft e Macintosh e del pacchetto Office, in modo particolare Word, Excel, PowerPoint e Access. Buona capacità di navigare in Internet e nell’utilizzo di banche dati di tipo biologico (Genbank, UCSC, Ensembl, PDB, Uniprot, Pubmed, OMIM, GeneCards, dbSNP). Ottima capacità nell’utilizzo di software per analisi biomolecolari quali Miseq Reporter, Sequencing Analysis, Coffalyser, Genemapper, VariantStudio e SureCall.


Pubblicazioni e comunicazioni a congressi

Papers
Gianluca Tedaldi, Rita Danesi, Valentina Zampiga, Michela Tebaldi, Lucia Bedei, Wainer Zoli, Dino Amadori, Fabio Falcini & Daniele Calistri. First evidence of a large CHEK2 duplication involved in cancer predisposition in an Italian family with hereditary breast cancer. BMC Cancer 2014.

Abstracts 
Gianluca Tedaldi, Valentina Zampiga, Rita Danesi, Michela Tebaldi, Valentina Arcangeli, Mila Ravegnani, Dino Amadori, Fabio Falcini & Daniele Calistri. Next-Generation Sequencing in clinical practice: application of a multigene panel in a case series with Hereditary Breast and Ovarian Cancer syndrome. Hereditary Breast and Ovarian Cancers, Istituto Tumori – Bari (25-27 Marzo 2015).

Gianluca Tedaldi, Rita Danesi, Valentina Zampiga, Michela Tebaldi, Valentina Arcangeli, Mila Ravegnani, Dino Amadori, Fabio Falcini & Daniele Calistri. Genetic factors other than CDH1 involved in the predisposition to gastric cancer: the experience of Area Vasta Romagna. 10th International Gastric Cancer Congress, Verona (19-22 giugno 2013).

Valentina Zampiga, Rita Danesi, Gianluca Tedaldi, Lucia Bedei, Fabio Falcini, Wainer Zoli, Dino Amadori & Daniele Calistri. Genetic alterations in male breast cancer: the experience of a north-central region of Italy. 2ND ANNUAL Joint Meeting (Bari/NYU) Hereditary Breast & Ovarian Cancer, New York (14-17 settembre 2011).

Presentazioni orali
“Familial gastric cancer & Next-Generation Sequencing: results from a panel of 94 genes in an Italian case series”. 11th International Gastric Cancer Congress, San Paolo (4-6 giugno 2015).

“Applicazione di un protocollo di arricchimento NGS in diagnostica molecolare” durante il seminario “Nuovi approcci genetici nella diagnostica molecolare” presso IRST in data 24/11/2014.


Progetto di ricerca

Nuovi fattori genetici nello sviluppo di tumori gastrici familiari e sporadici
L’insorgenza del carcinoma gastrico è determinata da diversi fattori, molti dei quali ancora sconosciuti, ma si stima che circa il 5-10% dei casi sia il risultato di una predisposizione genetica. Il principale gene noto coinvolto nelle forme ereditarie di cancro gastrico è CDH1, codificante la proteina di membrana caderina E, che ha un ruolo fondamentale nella formazione delle giunzioni cellula-cellula e nelle principali vie di trasduzione del segnale che regolano la sopravvivenza e il differenziamento cellulare. Ad oggi sono state individuate circa un centinaio di mutazioni del gene CDH1, che sono responsabili dell’insorgenza non solo del cancro gastrico, ma anche di altri tumori, come il carcinoma della mammella e il carcinoma del colon-retto.
Tale gene non è però l’unica causa di predisposizione ai tumori gastrici ed è ormai noto da tempo che molti altri fattori possono concorrere a determinare il rischio di sviluppo di queste neoplasie.
Il primo obiettivo di questo studio è l’analisi di mutazione del gene CDH1 in un gruppo di pazienti ad alta familiarità per il carcinoma gastrico al fine di valutare la presenza di alterazioni genetiche predisponenti.
Poiché molti di questi tumori non sono però correlati con mutazioni germinali del gene CDH1, il secondo obiettivo di questo studio è identificare negli individui ad alta familiarità per il cancro gastrico nuovi fattori di rischio correlati a tali patologie.
Intendiamo pertanto ricercare eventuali alterazioni in altri geni coinvolti nell’oncogenesi utilizzando tecniche di sequenziamento di nuova generazione (NGS), mettendo a confronto un gruppo di pazienti ad alta familiarità per i tumori gastrici con un gruppo di pazienti senza familiarità per tali neoplasie. Sulle varianti genetiche individuate verrà eseguita una valutazione della patogenicità tramite analisi bioinformatica, analisi di segregazione, test funzionali e ricerca di tali varianti in controlli sani appartenenti alla stessa popolazione.






























































 
 
Operazione Trasparenza Realizzato con il CMS Ariadne Content Manager da Ariadne

Torna all'inizio