Università degli studi di Pavia

 

Contenuto della pagina

 

Mondello attività di ricerca

Instabilità genomica e trasformazione tumorale

L'instabilità genomica è una caratteristica delle cellule tumorali. L'acquisizione di successive modificazioni genetiche ed epigentiche è il motore della trasformazione neoplastica. L'interesse del laboratorio verte sullo studio del processo di trasformazione e dei meccanismi di instabilità genomica. Nel nostro laboratorio è stato sviluppato un sistema cellulare costituito da fibroblasti umani immortalizzati mediante espressione ectopica della telomerasi che ricapitola il processo di trasformazione. In queste cellule, infatti, l'immortalizzazione è risultata associata alla graduale acquisizione del fenotipo neoplastico. Durante la propagazione in vitro, le cellule hanno aumentato la loro aggressività, come dimostrato dalla riduzione del tempo di latenza richiesto per indurre i tumori nei topi nudi e, nelle fasi più avanzate, sono diventate metastatiche. Confrontando cellule a diversi stadi di propagazione, abbiano potuto identificare variazioni molecolari e cellulari associate a diverse fasi della trasformazione. Attualmente, siamo interessati ad utilizzare questo sistema cellulare per approfondire le nostre conoscenze sull’eterogeneità delle popolazioni tumorali, in particolare, sui possibili pathway molecolari coinvolti nella genesi e nel mantenimento di sottopopolazioni di cellule tumorali con caratteristiche di staminalità ed elevata tumorigenicità.

 
 
Operazione Trasparenza Realizzato con il CMS Ariadne Content Manager da Ariadne

Torna all'inizio